Acciai refrattari
Sinonimo di acciai resistenti al calore.

Acciai stabilizzati
Acciai con l'aggiunta intenzionale di Ti e/o Nb e/o Zr la cui spiccata affinita' con il Carbonio permette di bloccarne taluni effetti indesiderati.

Acciaieria
Settore dello stabilimento ove il processo inizia con la cernita e fusione del rottame, affinazione del metallo e colaggio nei prodotti semifiniti quali bramme, blumi e billette.

Acciaio al carbonio
Riferito alla produzione di Acciai Speciali Terni, possono essere divisi in acciai strutturali per impieghi speciali, acciai microlegati ad alto snervamento, acciai speciali al Carbonio (C< 1,25%) ed acciai speciali legati (al Mn, Ni, Cr, B, MnB, CrMo, NiCr, NiCrMo, CrV, MnCr, Si).

Acciaio inossidabile
Lega Ferro-Cromo (contenuto minimo ca 11%) ed eventualmente altri elementi, di buona resistenza alla corrosione ed aspetto brillante caratteristico.

Acciaio magnetico
Lega Ferro-Silicio con la quale si producono acciai laminati a freddo utilizzati per la produzione dei nuclei magnetici di macchine rotanti (a grano non orientato) e macchine statiche (a grano orientato).

Allungamento
Misura della deformazione subita sino alla rottura (si usano provette standard).

Austenitico
Acciaio con struttura cubica a facce centrate, non magnetico, non temprabile, generalmente ben saldabile.